giovedì 28 ottobre 2010

Life on Mars

Come sempre in ritardo, questa volta di ben 4 anni, mi sono innamorata di un altro gioiellino BBC: Life on Mars. In giro ci sono tonnellate di informazioni e video, quindi non c'è molto da dire.
Questa serie mi è piaciuta tantissimo nonostante non sia il mio genere. Secondo me, è molto originale e divertente.  Il finale della seconda e ultima stagione, poi, è b-e-l-l-i-s-s-i-m-o! Veramente un finale emozionante, come ce ne sono pochi in giro.
Life on Mars ha avuto così successo che un network americano ne ha fatto un remake fallimentare, inoltre esiste un remake spagnolo ed è in progetto un remake italiano (!!!!!!) dal titolo "29 settembre"... sì, come la canzone degli Equipe '84, dopotutto noi non ce l'abbiamo David Bowie (purtroppo)!

Licenza Creative CommonsSe non diversamente specificato, tutti i contenuti di questo blog creati da me sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.

domenica 17 ottobre 2010

SH

Tempo fa ho iniziato a leggere il Canone di Sherlock Holmes. Il Canone è l'insieme di tutte le opere di Arthur Conan Doyle che hanno Sherlock Holmes come protagonista, è composto da quattro romanzi e non so quanti racconti (se non sbaglio sono cinque raccolte di racconti). Sono arrivata più o meno a metà.
Devo dire che dopo un inizio abbastanza noioso, da Le memorie di SH in poi la narrazione diventa un po' più avvincente.

Il primo romanzo è Uno studio in rosso. Nella prima parte vengono introdotti Sherlock Holmes e il Dr Watson, viene raccontato e risolto il caso, senza però fornire nessuna spiegazione. La spiegazione viene data nella seconda noiosissima parte. Dico noiosissima perché ACD indugia troppo sulla storia personale delle vittime e dell'assassino. È  come se avesse iniziato un altro romanzo nel romanzo in cui racconta tutta la storia dei mormoni di Salt Lake City e dopo un paio di pagine mi è venuto spontaneo chiedermi se era proprio necessario raccontarmi vita morte e miracoli di questa comunità, invece di spiegarmi direttamente come SH aveva individuato l'assassino. Noioso appunto.

Il secondo romanzo è Il segno dei quattro che io ho trovato molto più bello del primo. In questo romanzo Watson incontra la sua prima moglie. :D Dall'alto della mia ignoranza, non sono assolutamente in grado di giudicare alcunchè in modo obiettivo; semplicemente ho trovato questo romanzo più avvincente e divertente.

I due romanzi sono seguiti da Le avventure di SH, una raccolta di racconti che a me non è piaciuta. I racconti spesso sono troppo brevi e sbrigativi. Non so, ogni volta che SH risolveva il caso in quattro e quattr'otto lasciando il povero Watson esterrefatto, io mi sentivo, invece, presa per il culo da ACD! :p:

A Le avventure segue Le memorie di SH che contiene i miei racconti preferiti, per ora. Nell'ultimo racconto de Le memorie, ACD fa morire SH in uno scontro con Moriarty. E no, non è spoiler la morte di SH, si sa dal 1894! Ovviamente, nel 2010 non nessuno crede alla morte di SH perché tutti sanno che non è vero (nemmeno questo è spoiler visto che è stato rivelato nel 1905, in una raccolta intitolata Il ritorno di SH, più spoiler di così! XD), però immagino che nel 1894 deve essere stato un vero e proprio shock per il pubblico!

Adesso sto leggendo Il ritorno di SH e ho la sensazione che ACD abbia reso il detective più famoso del mondo, un tantino più irritante e antipatico, ma a me piace ancora di più! Lo trovo molto più affascinante! :3

Ho saltato Il mastino dei Baskerville perché lo lessi circa dieci anni fa e mi ricordo che mi piacque tantissimo. Ho intenzione di rileggerlo quando avrò finito con la roba, per me, nuova.

Licenza Creative CommonsSe non diversamente specificato, tutti i contenuti di questo blog creati da me sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.

giovedì 7 ottobre 2010

Sherlock BBC

Come tutti ormai sapranno, io adoro i classic drama della BBC. Inoltre la mia stima per gli sceneggiatori BBC è schizzata alle stelle quando hanno trasformato un libro per me orrendo, in un drama stupendo.  :e
Nonostante non sia interessata alle serie crime o sci-fi o alle commedie (nel caso, mi rivolgo agli americani che sanno fare solo quello), ultimamente mi sono imbattuta in due serie BBC stupende. La prima è Doctor Who, serie sci-fi prodotta per la prima volta nel 1963, andata in onda per circa 30 anni e poi ripresa nel 2005. La seconda è Sherlock.

Non ho voglia di parlare di Doctor Who adesso perché da settimane mi trovo in un profondo stato di innamoramento per Sherlock. *_*
Come dice il nome, Sherlock è una serie basata sulle vicende di Sherlock Holmes. Non è l'ennesima serie ambientata alla fine del XIX secolo, in cui l'investigatore munito di pipa e lente, accompagnato dal baffuto Watson, risolve i casi più assurdi.
E' una bellissima rivisitazione in chiave moderna della figura di S.H. E' ambientato nella Londra del 2010, con tanto di London Eye e "cetriolo" sullo sfondo. Sherlock ha un sito (The Science of Deduction) e Watson racconta i casi tramite un blog (io lo trovo geniale!).
Gli episodi, purtroppo, sono solo tre (A study in pink, The blind banker e The great game), ma durano un'ora e mezza. Le trame sono vagamente ispirate ai romanzi di Sir Doyle, hanno alcuni elementi in comune, ma praticamente sono storie originali. Il personaggio di Sherlock è perfettamente corrispondente a quello raccontato da Arthur Conan Doyle: è come sarebbe stato Sherlock Holmes se fosse vissuto nel XXI secolo, con cellulari e computer. Il Sherlock moderno non fuma (perché è ormai diventato impossibile fumare liberamente a Londra), ma si riempie di cerotti alla nicotina e forse fa uso di droghe (non è esplicito come Doyle a riguardo). E' giovane, fighettino, ironico, cinico e assolutamente irritante. Ha una voce profondissima (che io letteralmente amo) e parla alla velocità della luce. Tutti lo chiamano psicopatico, ma lui specifica di essere un sociopatico con alte funzionalità mentali. :D
Watson, ovviamente, è il complementare esatto di Holmes, rappresenta l'umanità, la normalità, il buon senso. In certi momenti gli scambi di battute tra John e Sherlock sono assolutamente esilaranti, senza contare che vengono scambiati sempre per una coppia gay! :D

Non ho problemi ad ammettere che è il prodotto televisivo più bello visto negli ultimi anni. Divertente, avvincente e originale.

La BBC ha confermato una seconda stagione per l'autunno 2011: un anno interooooo!! ;_; Nel frattempo ho comprato il dvd e ho praticamente imparato gli episodi a memoria. Tra i contenuti speciali del dvd c'è il pilot non trasmesso che è la prima versione di A study in pink. E' decisamente meglio la versione definitiva dell'episodio, ma il pilot è comunque carino.



Licenza Creative CommonsSe non diversamente specificato, tutti i contenuti di questo blog creati da me sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.